In generale, i dati mostrano che la Lombardia ha il maggior numero di agenzie immobiliari attive e la maggiore percentuale di agenzie immobiliari rispetto al totale nazionale, seguita dal Lazio e dal Piemonte. Tuttavia, quando si considera la percentuale di agenzie immobiliari per abitante, si nota che la Liguria ha la maggiore percentuale, seguita da Sardegna e Friuli Venezia Giulia.

Agenzie immobiliari in Italia

Inoltre, i dati mostrano che le regioni del Nord Italia tendono ad avere un maggiore numero di agenzie immobiliari rispetto alle regioni del Sud Italia. Ciò potrebbe essere dovuto a una maggiore densità abitativa e a una maggiore attività economica nelle regioni del Nord.

È interessante notare che alcune regioni come la Calabria e la Basilicata hanno una percentuale molto bassa di agenzie immobiliari rispetto al totale nazionale e rispetto alla loro popolazione. Ciò potrebbe indicare una minore domanda di servizi immobiliari in queste regioni o una minore attività economica.

In generale, i dati mostrano che ci sono differenze significative nella distribuzione delle agenzie immobiliari in diverse regioni d’Italia. Le regioni del Nord tendono ad avere un maggior numero di agenzie immobiliari rispetto alle regioni del Sud. Inoltre, la percentuale di agenzie immobiliari per abitante varia significativamente tra le diverse regioni.

Per quanto riguarda la SEO, si dovrebbe considerare di utilizzare le parole chiave “agenzie immobiliari” e “Italia” nel titolo e nei sottotitoli del post, e di ripetere le parole chiave in modo naturale nel corpo dell’articolo. Inoltre, si dovrebbero utilizzare immagini e grafici per illustrare i dati e rendere il post più visivamente accattivante.

Dati presi dal sito Registro Imprese

I tour virtuali sono utili nel settore immobiliare? Scopriamo cos’è un tour virtuale, perché è essenziale e come crearlo.

Il settore immobiliare è in costante crescita ed evoluzione. Con il continuo progresso delle immagini e della tecnologia, gli agenti immobiliari possono implementare nei loro siti web strumenti di esplorazione interattivi come planimetrie, strumenti fotografici 3D e video tour virtuali per attirare un maggior numero di potenziali acquirenti. Dall’inizio della pandemia, l’idea dei video tour virtuali è diventata rapidamente un’alternativa popolare alle case aperte e alle esposizioni di persona. Consentendo ai potenziali acquirenti di visitare una casa comodamente da casa, i tour virtuali sono una caratteristica essenziale da offrire come venditore e agente, in quanto forniscono un’esperienza coinvolgente e più interattiva delle immagini.

I tour virtuali non solo sono facili da creare, ma sono anche convenienti. A vantaggio sia dell’acquirente che del venditore, gli studi hanno dimostrato che un maggior numero di persone è propenso a prendere in considerazione l’acquisto di una casa se è disponibile l’opzione di un tour virtuale. Questo è particolarmente vero per gli individui e le famiglie che si trasferiscono all’estero o all’estero.

Che cos’è un tour virtuale della casa?

Conosciuti anche come tour 3D o walkthrough 3D, i tour virtuali consentono ai potenziali acquirenti di visitare una casa in vendita in modo digitale. Paragonabile alla street view di Google Maps, ma per gli immobili, un tour virtuale è una sequenza di immagini digitali panoramiche unite insieme per creare una posizione virtuale dell’interno di una casa. Analogamente allo shopping online, i tour virtuali possono includere anche video ed elementi multimediali per creare una simulazione online di un luogo attuale.

I tour virtuali possono essere visualizzati tramite computer desktop, laptop, tablet e persino dispositivi mobili, un po’ come succede con NetBet quote calcio, consentendo ai potenziali acquirenti di controllare quale parte della casa desiderano da diverse angolazioni. A differenza dei video tour, che consentono agli spettatori di vedere solo un punto di vista in qualsiasi momento, i tour virtuali offrono viste panoramiche e opzioni di zoom. I tour virtuali possono inoltre essere visualizzati in qualsiasi momento della giornata, il che è ottimo per i potenziali acquirenti che si trovano in fusi orari diversi o che vogliono avere la possibilità di visitare una casa più volte.

Perché i tour virtuali delle case sono importanti?

Sapevate che quasi l’80% degli acquirenti e dei venditori di immobili si rivolge a un agente immobiliare che offre tour virtuali? Dato che sempre più persone cercano case online, fornire un’opzione di tour virtuale può aiutare la vostra casa a distinguersi e ad aumentare le possibilità di vendita. Poiché i tour virtuali sono comodi e senza problemi, persone di tutte le età, compresi i Millenials e le famiglie multigenerazionali, possono trarre vantaggio da questa tecnologia interattiva senza doversi allontanare dal divano.

Aiutando i potenziali acquirenti a conoscere la casa prima di visitarla di persona, ora, con l’aiuto dei tour virtuali, gli individui possono acquistare un immobile senza dover mai varcare la porta d’ingresso. Anche se l’offerta di tour virtuali può non sembrare sempre necessaria, di certo vi offre un vantaggio competitivo, soprattutto se siete alla ricerca di nuovi modi per incrementare la vostra attività immobiliare.

I vantaggi dell’uso dei tour virtuali per aiutare a vendere le case

L’inclusione di tour virtuali nei vostri annunci immobiliari ha molti vantaggi che possono aiutarvi a vendere case. Sebbene sia necessario includere delle foto nei vostri annunci, a volte le immagini fisse possono essere fuorvianti. Fornendo ai potenziali acquirenti un’idea più accurata di come è disposta una casa, i tour virtuali vi daranno un vantaggio e attireranno un numero maggiore di acquirenti di grande interesse alle visite di persona che offrirete.

Il tour virtuale è una vera e propria simulazione digitale per visitare da casa un luogo, proiettando l’utente in una realtà 3D – come un museo, una piazza famosa ma anche, più semplicemente, un ristorante. Ma cosa serve per partecipare ad un tour virtuale? Non molto: un computer o uno smartphone e, preferibilmente, una connessione con fibra 1000.

Una connessione internet stabile e veloce, è un requisito fondamentale per i tour virtuali. Scopriamo il perché.

Il tour virtuale: come funziona?

Come abbiamo visto, il tour virtuale permette di accedere, in prima persona, all’interno di molteplici realtà grazie ad una tecnologia progettata per ricreare digitalmente l’ambiente a 360°.

Il meccanismo alla base dei virtual tour, che è lo stesso usato per il famoso Street View di Google, non è così semplice da utilizzare. Proprio per questo motivo, è importante affidarsi sempre a fotografi certificati Google, come Santino Balistreri, la cui esperienza e professionalità garantiscono progetti curati nei minimi dettagli.

Inoltre, possiamo dire che la complessità di questa tecnologia è anche la ragione per la quale è necessario avere un collegamento wifi rapido che possa supportarla. Difatti, la riproduzione di immagini a 360°, per essere visualizzata in modo ideale, necessita di un caricamento di pixel immediato ogni volta che l’utente si sposta nel suo percorso. 

Fibra 1000: la soluzione perfetta per i tour virtuali

L’esperienza di un tour virtuale potrebbe anche essere poco piacevole nel caso in cui la rete wifi sia lenta e poco stabile. Per questo, torna utile la fibra 1000 mega che, scaricando velocemente i dati, consente agli utenti di partecipare a qualsiasi tour virtuale nel modo migliore possibile.

Come? La tecnologia della fibra 1000 consente il download di 1 GigaBit al secondo. Chiaramente, le immagini panoramiche dei tour virtuali sono molto più “pesanti” delle normali immagini, per cui più alta è la capacità di download, migliore sarà la risoluzione. Quindi, possiamo dire che fibra 1000 è la soluzione perfetta per la tua casa non solo se ami i tour virtuali ma anche, per esempio, se lavori in smartworking o ti piace vedere film in streaming.

Le offerte fibra 1000 sono proposte da differenti operatori telefonici e potrai trovarle ricercando sul web fibra 1000 Wind o fibra 1000 mega Tim, per poi scegliere il piano che più si addice alle tue esigenze. Tuttavia, ricorda che questo non è possibile su tutto il territorio italiano perciò ti consigliamo di verificare sempre in anticipo la copertura fibra 1000.

Quali sono i vantaggi della fibra 1000?

I vantaggi della fibra ottica sono molteplici e, soprattutto riguardo i tour virtuali, questa permette di evitare alcune delle problematiche più ricorrenti causate da un wifi lento e da uno scarso numero di Mb scaricati al secondo. Tra le difficoltà più comuni, possiamo trovare: 

  • la visualizzazione parziale delle immagini che compongono il tour
  • il percorso del tour rallentato
  • le immagini di bassa qualità
  • l’impossibilità di scaricare parti del percorso.

Se sei interessato ai tour virtuali Google e vorresti provare a visitare un museo digitale comodamente da casa tua, clicca qui.

meta descrizione

Fibra 1000: scopri sul sito perchè è sempre meglio disporre di una fibra 1000 nella propria abitazione per migliorare l’esperienza di un tour virtuale!

L’importanza della connessione da fibra 1000 per il perfetto tour virtuale

Il tour virtuale è una vera e propria simulazione digitale per visitare da casa un luogo, proiettando l’utente in una realtà 3D – come un museo, una piazza famosa ma anche, più semplicemente, un ristorante. Ma cosa serve per partecipare ad un tour virtuale? Non molto: un computer o uno smartphone e, preferibilmente, una connessione con fibra 1000.

Una connessione internet stabile e veloce, è un requisito fondamentale per i tour virtuali. Scopriamo il perché.

Il tour virtuale: come funziona?

Come abbiamo visto, il tour virtuale permette di accedere, in prima persona, all’interno di molteplici realtà grazie ad una tecnologia progettata per ricreare digitalmente l’ambiente a 360°.

Il meccanismo alla base dei virtual tour, che è lo stesso usato per il famoso Street View di Google, non è così semplice da utilizzare. Proprio per questo motivo, è importante affidarsi sempre a fotografi certificati Google, come Santino Balistreri, la cui esperienza e professionalità garantiscono progetti curati nei minimi dettagli.

Inoltre, possiamo dire che la complessità di questa tecnologia è anche la ragione per la quale è necessario avere un collegamento wifi rapido che possa supportarla. Difatti, la riproduzione di immagini a 360°, per essere visualizzata in modo ideale, necessita di un caricamento di pixel immediato ogni volta che l’utente si sposta nel suo percorso. 

Fibra 1000: la soluzione perfetta per i tour virtuali

L’esperienza di un tour virtuale potrebbe anche essere poco piacevole nel caso in cui la rete wifi sia lenta e poco stabile. Per questo, torna utile la fibra 1000 mega che, scaricando velocemente i dati, consente agli utenti di partecipare a qualsiasi tour virtuale nel modo migliore possibile.

Come? La tecnologia della fibra 1000 consente il download di 1 GigaBit al secondo. Chiaramente, le immagini panoramiche dei tour virtuali sono molto più “pesanti” delle normali immagini, per cui più alta è la capacità di download, migliore sarà la risoluzione. Quindi, possiamo dire che fibra 1000 è la soluzione perfetta per la tua casa non solo se ami i tour virtuali ma anche, per esempio, se lavori in smartworking o ti piace vedere film in streaming.

Le offerte fibra 1000 sono proposte da differenti operatori telefonici e potrai trovarle ricercando sul web fibra 1000 Wind o fibra 1000 mega Tim, per poi scegliere il piano che più si addice alle tue esigenze. Tuttavia, ricorda che questo non è possibile su tutto il territorio italiano perciò ti consigliamo di verificare sempre in anticipo la copertura fibra 1000.

Quali sono i vantaggi della fibra 1000?

I vantaggi della fibra ottica sono molteplici e, soprattutto riguardo i tour virtuali, questa permette di evitare alcune delle problematiche più ricorrenti causate da un wifi lento e da uno scarso numero di Mb scaricati al secondo. Tra le difficoltà più comuni, possiamo trovare: 

  • la visualizzazione parziale delle immagini che compongono il tour
  • il percorso del tour rallentato
  • le immagini di bassa qualità
  • l’impossibilità di scaricare parti del percorso.

Se sei interessato ai tour virtuali Google e vorresti provare a visitare un museo digitale comodamente da casa tua, clicca qui.

meta descrizione

Fibra 1000: scopri sul sito perchè è sempre meglio disporre di una fibra 1000 nella propria abitazione per migliorare l’esperienza di un tour virtuale!


In questo articolo vedremo insieme quali sono le differenze tra Mercato Libero e Tutelato.

Così potrai capire come trovare le offerte luce e gas che rispondono meglio alle tue esigenze e che ti permettono di risparmiare fin da subito sulla tua bolletta di casa.

Differenze tra Mercato Libero e Tutelato

Da molto tempo si sente parlare di Mercato Libero e Tutelato per le utenze luce e gas ed è importante avere chiara la situazione per non rimanere disorientati in futuro.

A tal proposito potrebbe interessarti approfondire l’argomento leggendo l’articolo dedicato alle differenze tra mercato libero e tutelato.

Così avrai tutte le nozioni importanti del caso e che ti potranno servire nello sfruttamento delle tue utenze.

Vediamo ora i dettagli principali da sapere su questi due mercati:

  • Mercato Tutelato. Questo sistema del settore energetico prevede condizioni economiche e contrattuali per i consumatori decise dall’Autorità.
    Nel dettaglio il prezzo dell’energia viene stabilito trimestralmente da ARERA basandosi sulle variazioni del valore delle materie prime. Questo mercato sarà abolito definitivamente nel 2024, salvo altri rinvii, a favore del nuovo Mercato Libero.
  • Mercato Libero. Il processo di liberalizzazione del mercato del gas e dell’energia ha permesso oggi ai vari fornitori di poter determinare il costo dell’energia e offrire in concorrenza tra loro tante soluzioni contrattuali diverse. In tal modo ognuno può scegliere l’offerta che più risponde alle proprie esigenze.


  • Prezzo. Uguale e bloccato per varie aziende e stabilito dall’Autorità nel Mercato Tutelato e determinato diversamente dai vari fornitori privati in quello Libero (ogni compagnia può offrire il miglior prezzo al cliente.
  • Ente di controllo. Nel Tutelato è l’ARERA e nel mercato libero è l’Antitrust e l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.
  • Condizioni economiche e contrattuali. Per esempio, nel Tutelato i prezzi variano trimestralmente e in quello Libero ci sono offerte a prezzo fisso da 1 a 3 anni o variabili.

Quindi possiamo dire in generale che le differenze tra Mercato Libero e Tutelato sono legate a:

Sei in cerca di un fornitore per le tue utenze? Visita la pagina dedicata interamente a luce e
gas nella provincia di Torino
.

Nel caso ti trovassi nei dintorni questa potrebbe essere la soluzione per risparmiare immediatamente in bolletta senza alcun problema.

Troverai informazioni sulle offerte disponibili, dettagli sui servizi utili, numeri da contattare e strumenti per il supporto alla clientela. Insomma, tutto ciò che ti servirà per valutare le proposte della tua zona e poter sfruttare le utenze di casa al meglio.

Vantaggi del passaggio da Mercato Libero a Tutelato


Viste le differenze tra Mercato Libero e Tutelato, andiamo a vedere ora quali sono i vantaggi
del passaggio al nuovo sistema, nel particolare:

  • Maggiore possibilità di scelta tra più fornitori. Ogni utente avrà modo di visionare una miriade di offerte diverse e personalizzate e scegliere quella che risponde alle proprie esigenze.
  • Concorrenza tra gestori. Visto la maggiore libertà tra i fornitori sul prezzo è normale che ci siano sempre più proposte vantaggiose, questo per attirare più clienti.
  • Tariffe a prezzo bloccato. Ci sono diverse offerte interessanti che permettono di mantenere uno stesso prezzo basso anche per più di un anno, senza preoccuparsi delle oscillazioni del prezzo.
  • Un solo gestore per entrambe le forniture. Il modo per avere un unico punto di riferimento e magari risparmiare acquistando il “pacchetto completo”.

Per maggiori informazioni su norme in vigore inerenti al settore luce e gas ti consigliamo di visitare il sito ufficiale dell’Autorità di Regolazione Energia Reti e Ambiente (ARERA).

In questo modo, potrai rimanere aggiornato anche sui prezzi delle materie prime e su altre notizie, la pagina la trovi qui.


“Siete nella cacca fino alle orecchie. Ancora non ve ne rendete conto, ma siete la generazione dei tre niente: niente lavoro, niente reddito, niente risorse. Davvero un gran bel futuro. Ehm, qualcuno mi ha ricordato qualche sera fa che una volta ho detto “l’avidità è giusta”… a quanto pare è diventata legge. Perché, vedete, è l’avidità che spinge il mio amico barista a comprare tre case che non può permettersi senza dare l’anticipo; ed è l’avidità che spinge i vostri genitori a chiedere un mutuo di 250.000 dollari sulla casa che ne vale 200. E con quei 50 correre al centro commerciale a comprare la TV al plasma, l’ultimo cellulare, il computer e già che ci sono anche un SUV. E perché non anche la seconda casa? In effetti conviene. Insomma, lo sappiamo tutti che il prezzo delle case in America sale sempre, giusto? Ed è l’avidità che ha spinto il nostro governo a ridurre il tasso d’interesse all’1% dopo l’11 settembre perché tornassimo tutti a fare shopping. E hanno inventato tante belle siglette per mascherare il grande debito: CMO, CDO, SIV, ABS… Scommetto che ci sono al massimo settantacinque persone in tutto il mondo che sanno che cosa sono. Be’, adesso ve lo dico io: sono solo delle ADM: armi di distruzione di massa. Ecco che cosa sono. Mentre ero dentro mi è sembrato che l’avidità sia diventata ancora più avida, e con l’aggiunta di un pizzico di invidia. I signori degli Hedge Fund se ne andavano a casa con 50, 100 milioni di dollari l’anno, così anche il banchiere si guarda attorno e dice “mica sono l’ultimo imbecille” e comincia a usare la leva finanziaria sugli interessi fino a 40, 50 a 1. Con i vostri soldi, non con i suoi. Con i vostri. E glielo lasciano fare, tanto siete voi che avete fatto il mutuo. E il bello della faccenda è che nessuno è responsabile. Il fatto è che crediamo tutti alla stessa favola. L’anno scorso, signore e signori, il 40% di tutti i profitti societari americani era costituito da proventi finanziari, non dalla produzione o da qualcosa che avesse comunque a che fare con le necessità delle persone. La verità è che ci siamo tutti dentro. Banche, consumatori, tutti muoviamo la giostra dei soldi. Prendiamo un dollaro, lo pompiamo di steroidi e lo chiamiamo “leva finanziaria”. Io invece lo chiamo “finanza dopata”. Ero considerato un uomo piuttosto sveglio nel mio ambiente, e forse sono stato dentro troppo a lungo, però la prigione può anche essere una salvezza; guardi oltre le sbarre e dici “Ehi, ma là fuori sono diventati tutti matti?!”. È chiaro come il sole, basta fare un po’ di attenzione: la madre di ogni male di oggi è la speculazione, il debito indotto. In conclusione, il vero nemico è il prestito, è ora di riconoscere che è un biglietto sicuro per la bancarotta, senza ritorno. È sistemico, maligno, ed è globale come il cancro. È una malattia, e dobbiamo combatterla. E come facciamo a farlo? Come possiamo sfruttare questa malattia a nostro favore? Be’, ve lo dico io, in tre parole: comprate il mio libro! Purtroppo sono ancora schiavo del profitto!”