LA LOCAZIONE

Oggi registrare un contratto di locazione è più facile . Anziché recarsi negli uffici , si può fare tutto comodamente da casa .

Tutto ciò è vantaggioso sia per l’agenzia delle entrate sia per i benefici fiscali dei proprietari e inquilini .

La registrazione dei contratti della è obbligatoria tranne nel caso in cui la durata del contratto non superi i 30 giorni complessivi nell’anno. Quindi tale registrazione :

  • può essere richiesta dal proprietario o dall’inquilino
  • va obbligatoriamente effettuata utilizzando i servizi dell’azienda
  • va fatta entro 30 giorni dalla stipulazione del contratto

Inoltre , nel 2014 , l’agenzia delle entrate ha emanato il modello di versamento ( F24 ) e il prodotto RLI “ Richiesta di registrazione – contratti di Locazione – affitto di Immobili, con cui è possibile:

  • registrare i contratti di locazione e affitti di immobili
  • comunicare eventuali proroghe , cessioni o risoluzioni
  • esercitare l’opzione e la revoca della cedolare secca
  • comunicare i dati catastali dell’immobile

Tutti questi pagamenti possono essere effettuati mediante c/c .

Nei contratti di locazione va inserita una clausola con la quale il conduttore dichiara di ave ricevuto la documentazione sull’attestazione della prestazione energetica degli edifici (APE) . Tale documentazione deve essere allegata nel contratto tranne nel caso di locazioni di singoli appartamenti .

Quando il locatore decide di concedere una riduzione del canone di locazione non sono più dovute l’imposta di registro ( 67 euro) e l’imposta di bollo ( 16 euro) .

 

Occhiali -Balistreri santino

Legge Stabilita 2016

 

LEGGE DI STABILITA’ 2016: LE MISURE FISCALI PIU’ RILEVANTI

… PER TUTTI:

  1. La Legge di stabilita’ prevede: Proroga al 31/12/16 delle detrazioni per gli interventi di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica rispettivamente del 50% e 65%. Confermato anche il bonus arredi.
  2. La Legge di stabilita’ prevede: Dal 01/01/16 il limite per i pagamenti in contanti sale da 1.000,00 a 2.999,99 €. La variazione non vale per la riscossione delle pensioni in contanti.
  3. La Legge di stabilita’ prevede: Canone RAI : l’importo scende da 113,50 a 100,00€. Il pagamento avverrà attraverso la bolletta dell’energia elettrica, in 10 rate.
  4. La Legge di stabilita’ prevede: Abolizione della TASI sulla prima casa. Cancellata IMU sui terreni agricoli, tranne che per quelli detenuti in pianura da NON AGRICOLTORI.

… PER LE IMPRESE:

  1. La Legge di stabilita’ prevede: Incentivo all’acquisto di beni nuovi: concesso un ammortamento fiscale del 140% sul valore del bene.
  2. La Legge di stabilita’ prevede: Regime forfetario (minimi 2016): aumentate le soglie di ricavo, ridotta l’imposta sostitutiva per i primi 5 anni (5%), poi il 15%, riduzione del 35% dei contributi INPS.
  3. La Legge di stabilita’ prevede: Sanzioni ridotte per il RAVVEDIMENTO entro 90 giorni. Ridotto anche il tasso d’interesse (0,2%).
  4. La Legge di stabilita’ prevede: Concesso credito d’imposta alle imprese SENZA DIPENDENTI pari al 10% dell’Irap lorda dell’anno 2015. Codice tributo per la compensazione 3883.

LEGGE DI STABILITA’ 2016

istat-giugno-2014-balistreri-santino Indice Istat – Settembre 2015

La variazione dell’indice istat  di settembre 2015 è del – 0,1%.

Nel mese di settembre 2015, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati con base 2010 = 100, calcolato al netto dei consumi di tabacco è risultato pari a 107,0 con una variazione del – 0,1% rispetto al mese di settembre 2014 (che ridotta al 75% è pari a – 0,1%) e di – 0,2% rispetto a settembre 2013 (che ridotta al 75% è pari a – 0,2%).

astasy-miogest

astasy-miogest

Giovedì 24 settembre 2015 ho partecipato all’incontro organizzato da Mirko Frigerio (ReFinance) e Cristian Fresolone (Revofactory) e ho avuto le conferme che stavo cercando.

E’ da anni oramai che mi occupo di vendite di immobili all’asta e fino a ora ho dovuto organizzarmi alla meglio per la ricerca e selezione del giusto immobile da trattare, ma da oggi ho potuto constatare che esiste uno strumento che si chiama astasy che è in grado di risolvere tutti i miei problemi.
Astasy è piattaforma che mette in condizione noi agenti immobiliari di poter gestire e vendere con il minimo sforzo gli immobili all’asta.
In questa piattaforma vengono caricati tutti gli immobili all’asta pubblicati da tutti i tribunali e gestiti per indirizzo, geolocalizzati su una mappa.

All’interno esiste una area che permette di salvare le informazioni e integrarle con altre dove l’agente immobiliare potrà utilizzare per migliore l’annuncio, poi interfacciandosi con il gestionale Miogest è possibile gestire con pochi click tutte le pubblicità ed effettuando l’incrocio con tutte le richieste raccolte.

Perché tanto interesse per il mercato delle aste giudiziarie ?

 

Nel 2014, in Italia sono state effettuate 594.431 compravendite, di cui circa 60.000 immobili diverso da abitazione, di queste in parte effettuate da agenti immobiliari:

Mercato immobiliare 2014

Mercato immobiliare 2014

356.718 60% Agenti immobiliari
59.443 10% Abusivi
118.886 20% Fondi di investimento – Off market
59.443 10% Privati

Se si considera che in Italia ci sono circa 35.000 agenti immobiliari, si deduce che all’anno solo 10 immobili vengono compravenduti per agenzia.

Le aste immobiliari non sono considerate in questi numeri perché gli immobili vengono aggiudicati per decreto di trasferimento, non passando dal tradizionale canale che è l’atto di compravendita stipulato presso un notaio.

E quante sono le esecuzioni?

Nel 2014 hanno hanno raggiunto quota 79.665

immobili all asta

con una crescita di oltre il 20% rispetto all’anno precedente. A dirlo il rapporto “Crediti in sofferenze e aste immobiliari” appena realizzato da Opicons, network professionale fondato da Cristian Pastorino e Gerardo Paterna.

 

Vuoi comprare un immobile all’asta? clicca qui