cedolare secca

la cedolare secca e utilizzata nel 64% dei contratti di locazione stipulati,  piuttosto che sommare il reddito da affitto al proprio imponibile irpef (36% dei casi). 
in generale la maggiore convenienza della cedolare secca risulta evidente anche dal semplice confronto fra le aliquote; se avvalendosi della cedolare secca oggi il proprietario versa allo stato il 21% (sui contratti liberi) o il 15% (sui contratti concordati) del reddito da affitto percepito, scegliendo l’assoggettamento al regime irpef l’aliquota minima è il 23%, ma spesso sono soggetti ad aliquote marginali superiori.
Si ricade più frequentemente in quella del secondo scaglione (27%), se non del terzo (38%) o oltre. 
Share this Story
Load More Related Articles
Load More By Santino Balistreri
Load More In 

Check Also

L’importanza della connessione da fibra 1000 per il perfetto tour virtuale

Il tour virtuale è una vera e propria ...